mercoledì 5 dicembre 2012

Raccogliendo ed essiccando le preziose bacche di Goji una domenica mattina..

Due week end fa, io e mio marito siamo andati in vivaio a raccogliere i Goji dalle piante che abbiamo la fortuna di avere in serra.
Il goji è un frutto preziosissimo, ricco di di vitamina C dalle bacche di colore rosso intenso che cresce spontaneamente nelle zone dell'Himalaya, nella regione del Tibet ed in alcune province della Cina e secondo la letteratura medica cinese, nutre il fegato e i reni riequilibrando lo “yin” e lo “yang.
E' un frutto molto delicato e infatti nel periodo di raccolta, tra luglio ed ottobre, viene fatto cadere su stuoie per non toccarlo direttamente con le mani per non rovinarlo.
Il sapore è gradevole, leggermente acidulo, a tratti dolciastro e si consuma sotto forma di succo o semplicemente essiccato per essere consumato nei cereali, nello yogurt o come spuntino misto a frutta secca.


Noi le abbiamo raccolte comunque delicatamente con le mani e le abbiamo riposte in una cassettina di latta con della carta da cucina.
Le abbiamo riposte su carta da forno in forno a 40-60° tenendo lo sportello leggermente aperto ma voi potete usare l'essiccatrice.
Queste bacche si trovano anche già pronte nei negozi bio e nei negozi di sfuso anche se in realtà sono un po' care.
Avendo la fortuna di avere le piante, noi abbiamo provato a farcele in casa e ci siamo riusciti piuttosto bene anche se ci vuole molto tempo, specialmente se usiamo il forno e tendono comunque a trattenere un po' di liquido e a non essiccarsi completamente quindi vanno consumate abbastanza in fretta.
Che ne dite? 
Provare i Goji per credere e la mattina non riuscirete più a non infilarli nei cereali con un po' di semi di lino e qualche noce!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per la tua visita!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...