mercoledì 29 febbraio 2012

Pancarrè al grano saraceno, rosmarino e sale blu di Persia




Ingredienti:
500 gr. di farina 00
200 gr di farina di grano saraceno
200 ml. di acqua
100 ml. di latte di riso
1 cucchiaino di sale
25 gr. di lievito di birra
70 ml di olio d'oliva  
2 o 3 rametti di rosmarino
Sale blu di Persia

Procedimento:
Sciogliete il lievito di birra nell'acqua e nel latte tiepidi. Unite la farina setacciata, l'olio, il sale e lavorate bene l'impasto finchè non risulta più colloso. Spostare in un'altra ciotola e coprite con la pellicola facendolo lievitare fino a quando è raddoppiato.
Ora traferite  l'impasto nello stampo oliato, unite il rosmarino e fate lievitare di nuovo finchè arriva al bordo dello stampo. Mettete sul top del pancarrè qualche altra foglia di rosmarino e spolverate con un pizzico di sale blu di Persia.
Infornare a 180° per 40 minuti circa, nella parte inferiore del forno, fino a quando prende un bel colore dorato. Fate raffreddare su una gratella e togliete il pane dallo stampo.

Curiosità sul Sale Blu di Persia:
Provenienza: Iran
Caratteristiche: sale pregiato e molto raro proveniente da millenarie miniere dell’Iran. È la silvinite, variante del reticolo cristallino del sodio, a caratterizzarne in natura il colore blu dei cristalli. È un sale incontaminato, privo di additivi e antiagglomeranti. Ricco di minerali e oligoelementi. Dal gusto decisamente salato ma poco persistente, dal gradevole retrogusto speziato.
Consigli d’uso: macinato in tavola al momento, si abbina a tutte le pietanze esaltando la sapidità dei cibi. Utilizzato anche intero come decorazione dei piatti.

Quadrotti al caffè [avanzato la sera prima]



Quando avanza il caffè della moka ci sono tante cose che possiamo inventarci per riciclarlo: ganache, tiramisù, frappè, caffè freddo. Io mi sono inventata i biscotti per la colazione e li ho fatti con pochissimo zucchero e burro per restare in forma!

Ingredienti:
50 gr di burro
35 gr di zucchero
1 uovo
200 gr di farina
una tazzina di caffè
una presa di sale
1/2 bustina di lievito

Procedimento:
In una terrina mischiate il burro con lo zucchero, amalgamate l'uovo, il lievito, la presa di sale, la tazzina di caffè e la farina. Mescolate energicamente e formate un  impasto morbido che non si incolla alle mani. Se lo fa aggiungete farina.Stendete con il mattarello su un piano infarinato e formate dei quadretti con una formina da raviolo e bucherellate con la forchetta tre volte nel centro. Infornate in forno statico a 180° per 15 minuti.
Fate raffreddare e poi riponete in una scatola di latta.

Muffin al Passion Fruit


L'altra sera sono venuti a cena mio papà a mia sorella e non sapendo cosa offrire per dessert, ho aperto lo sportello del frigo come se fosse un caveau e ho trovato due passion fruit e uno yogurt alla vaniglia.
Risultato: Muffin morbidissmi e leggeri! Inoltre i semini all'interno e i residui di polpa, danno quel retrogusto acidulo ma piacevole.

Ingredienti per 8 muffin:
50 gr di burro
80 gr di zucchero
1 uovo
100 gr di farina
1 cucchiaino di lievito in polvere
un vasetto di yogurt da 125 gr

Procedimento:
In una terrina mettete il burro ammorbidito con lo zucchero mescolando con le mani e creando un impasto cremoso, aggiungete l'uovo, un cucchiaino raso di lievito, la farina setacciata e mescolate con un cucchiaio. Aggiungete lo yogurt e il passion fruit e mescolate. Trasferite il composto nei pirottini e in forno già preriscaldato a 180° per 25 minuti circa in forno statico.
Quando cominciano a dorare potete toglierli dal forno e metterli su una gratella a raffreddare.

lunedì 27 febbraio 2012

Sulla via delle nozze, ancora idee




Un anno fa, in questo periodo dell'anno, ci accingevamo a preparare il nostro matrimonio scegliendo tutti i particolari che più corrispondevano alla nostra personalità e al nostro modo di vivere, senza fare scelte estreme e costosissime solo per fare qualcosa di spettacolare.
E' molto bello pensare ai propri invitati e alle loro esigenze ma guardate sempre prima di tutto quello che più di tutto potete permettervi economicamente e scegliete ciò che vi piace perchè il giorno più bello è il vostro!
Potete scegliere un tema elegante, vintage o country.
In questo post un porta confetti vintage ed elegante allo stesso tempo da posizionare sul tavolo del guest book dove gli ospiti possono firmare il libro degli ospiti e farvi una dedica e dove possono assaggiare confetti o caramelle di vario tipo.
Il sacchetto di juta invece rispecchia molto l'idea di matrimonio country e l'imbutino di latta che lo chiude gli da un aspetto curato e particolare. All'interno, un sacchetto con cinque confetti che simboleggiano salute, felicità, fertilità, longevità, ricchezza e un sacchetto di semi come utile dono per l'ospite che può piantarli nel suo giardino o sul balcone e che simboleggiano il seme che gli sposi piantano quando si uniscono e che poi cresce e matura fiorendo innaffiaoa dal loro amore.
Sarà divertente darvi consigli su come creare le bomboniere, gli allestimenti e i segnaposto più divertenti perchè anche io quando ero alla ricerca, soprattutto su internet, ho trovate tante idee meravigliose e mi sono molto divertita a scegliere!

...e fiori colorati


In vivaio è tempo di aromatiche.....

Ieri è stata una giornata bellissima, piena di sole, allegria e amore. In vivaio c'era una luce stupenda e io non sono riuscita a tenermi dal fotografare tutte le nuove piante e i fiori che, con i loro stupendi colori e profumi, danno vita ad un quandro coloratissimo che mette allegria.
Coriandolo, menta della giordania, menta marocchina, rosmarino, salvia variegata, salvia gigante, timo al limone e tantissime altre aromatiche.


venerdì 17 febbraio 2012

Muffin vegan alle banane e noci pecan



Ultimamamente mi sono data alla preparazione dei dolci e devo dire che la pratica migliora il risultato.  Quando io e mio marito andiamo a fare la spesa ci piace comprare le farine e quindi, avendone tanta in casa, invece di comprare fette biscottate o corn flakes, finchè è inverno, sono felice di sfornare la colazione fatta in casa. Ho voluto fare la versione leggera e vegetariana per alcuni motivi: per non usare le uova che ho consumato frequentemente nell'ultima settimana e il burro che non ho in casa al momento ma anche per dare una diversa alternativa a chi è vegetariano come mia mamma o come molti di voi.

Ingredienti per 8 muffin:
100 gr di farina 00
3 cucchiai di latte di riso
1 banana
70 gr zucchero di canna
50 gr olio di semi
1 cucchiaino di lievito per dolci
noci pecan

Procedimento:
Frullate la banana con il latte di riso. Trasferite in una ciotola e aggiungete lo zucchero, l’olio, la farina, il lievito e le noci pecan spezzettate. Versate il composto negli stampini di carta, poggiatevi sopra una nuce pecan e mettete a cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa.

Vellutata di piselli al cumino e curry



Quando non sto tanto bene o fa freddo mi viene sempre voglia di vellutate, riscaldano tanto e fanno sentire subito meglio. 
Poi in questo febbraio, ancora tutto bianco, è ancora decisamente appropriata.
Velocissima da preparare e con pochissimi ingredienti è anche una vellutata dal gusto un po' orientale che si può ben accompagnare con del pane indiano naan.

Ingredienti:
Pisellini fini surgelati
mezza patata
curry
cumino in semi
sale
olio evo

Procedimento:
Bollire la patata e i piselli in casseruole separate e quando sono pronti passate tutto al mixer e poi al passaverdure. Rimettete in casseruola, salate, aggiungete il cumino e il curry e mescolate. Impiattate in una ciotola, un filo d'olio extra vergine e munitevi di cucchiaio!

mercoledì 15 febbraio 2012

Un flash al primo morso: torta di farina di castagne e miele al corbezzolo



Al primo morso questa torta ci riporta in Corsica. Ci fa immediatamente pensare al sapore delle mini tortine di castagne dalla consistenza morbida e umida, dolce e leggera che abbiamo acquistato una sera tornando dalla spiaggia, in una panetteria sulla strada. Anche se la ricetta non è la stessa, incredibilmente il gusto è quello. Non abbiamo dubbi.
Il miele al corbezzolo, tipico frutto di cespuglio, peraltro molto diffuso in Corsica e Sardegna, è un miele abbastanza amaro ma che si sposa molto bene alla deliziosa farina di castagna.
Questa torta è il mio regalo di San Valentino e ultima ricetta di San Valentino di quest'anno (giuro!) mai così tanto approfondito!!!


Ingredienti:
80 gr di burro
2 uova
150 gr di farina di castagne
1 cucchiaino raso di lievito in polvere vanigliato
1 cucchiaio di miele al corbezzolo
3 cucchiai di zucchero di canna
1 bicchiere di latte di riso

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 180°.
Intanto separate gli albumi dai tuorli e montate a neve gli albumi. 
Sbattete i tuorli con il burro precedentemente sciolto, lo zucchero e il miele. Poi aggiungete la farina, il lievito e gli albumi sbattuti continuando a mescolare. Per alleggerire l'impasto che risulterà molto denso, aggiungete il bicchiere di latte di riso e mescolate.
Versate l'impasto nello stampo di silicone leggermente imburrato e infornate. 25-30 minuti a 180°.

domenica 12 febbraio 2012

Cupcakes romantici alla rosa




Incuriosita da questo mondo di cupcakes e torte creative ho deciso anche io di provare a pasticciare con la pasta di zucchero e mi sono divertita molto. Poi, sempre per gioco, ho mandato le foto ad Italian Cupcakes!
Quindi partecipo a "Love cupcakes" di Italian Cupcakes con questa mia versione poco pop e più bohemien.

Ingredienti per 6 tortine:
60 gr di burro
85 gr di zucchero
una bustina di essenza di vaniglia
2 uova leggermente sbattute
70 gr di farina
1 cucchiaio di lievito in polvere

Per la copertura:
Pasta di zucchero
un cucchiaio di fiori di karkadè per colorare di rosa
zuccherini
una rosa secca da infuso per tisane

Procedimento:
Prendete un fiorellino di rosa essiccato e mettetelo con un goccio d'acqua in un pentolino e portate ad ebollizione. Togliete dal fuoco e fate raffreddare tenendo però coperto per non fare diperdere l'aroma.
In una terrina mettete il burro leggermente sciolto o ben ammorbidito e unitelo allo zucchero sbattendo con le fruste creando un impasto cremoso, aggiungete l'essenza di vaniglia, il lievito, le uova leggermente sbattute, un cucchiaio di acqua di rosa, la farina setacciata. 
Mescolare bene sempre con le fruste a potenza ridotta ottenendo un composto omogeneo.
Mettere il tutto nei pirottini e infornate per 20 minuti a 180°.
Sfornate e fate raffreddare. 
Intanto cominciate a lavorare la pasta di zucchero su un piano liscio con il mattarello. 
Per la parte della pasta di zucchero che volete colorare di rosa, mischiatela all'acqua di karkadè, ottenuta nello stesso modo di quella di rose, bagnandola un po' con le dita e impastando nella mano con movimenti circolari. 
All'inizio il colore si addenserà poco e risulterà variegata ma continuate ad aggiungere piano piano e continuate a maneggiare la pasta con le mani. 
Stendete al mattarello e con le formine fate le forme che volete colorando anche con gli zuccherini.
Il colorante naturale è una prova che ho sperimentato oggi ma è prima di tutto una scelta molto precisa per vivere sempre nel modo più sano possibile rimanendo comunque golosi!

sabato 11 febbraio 2012

Insalata di mammole e parmigiano


 


L'altra sera ci siamo mangiati una bella insalata di carciofi mammole con il parmigiano e una spolverata di pepe accompagnato da un bel bicchiere di vino del nonno. Buonissima!

Ingredienti:
carciofi mammole
limone
parmigiano
sale
olio
pepe

Procedimento:
Tagliate i carciofi a listarelle privandoli della barbetta e conditeli con olio, sale e limone. Con il tagliadita tagliate il parmigiano a scaglie, pepate e aggiungete un filo d'olio.
Con una bruschetta fatta con pane altamura, olio extra vergine, un pizzico di sale e aglio, sarà ancora più buona!!

venerdì 10 febbraio 2012

E' uscito il numero speciale di San Valentino di About Food!

Grazie per la possibilità e per avermi inserita nella rivista, è una cosa che mi riempie di gioia!Grazie!


Sfogliate e scaricate!

martedì 7 febbraio 2012

Impasti base: Pasta brisè



Ingredienti:
150 gr di farina
75 gr di burro
una presa di sale
un uovo sbattuto da spennellare

Preparazione della pasta brisè:
In una boule capiente o su una spianatoia raccogliete la farina con un pizzico di sale e fate una fontana. Aggiungete il burro a pezzetti e lavorate con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sbriciolato.
Unite 2 o 3 cucchiai di acqua fredda e amalgamate il composto lavorandolo rapidamente rendendolo compatto e omogeneo.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigo per 30 minuti circa.
Tiratela fuori e stendetela con il mattarello dello spessore che desiderate e tagliatela della misura che vi serve.
Per questa quantità di impasto infornate a circa 180° per mezz'oretta.

Impasti base: Pasta fresca alla farina di Kamut


Ingredienti:
125 gr di Farina di Kamut
125 gr di Farina 00
Un pizzico di sale
Un cucchiaio di Olio evo
3 uova

Procedimento:
Unire le farine con il sale, il cucchiaio di olio, le uova e impastare con le mani il composto rendendolo morbido facendo sì che non si sgretoli. Se risulta secco aggiungete un po' d'acqua , se troppo morbido un po' di farina.
Avvolgete nella pellicola e in uno straccio e fate riposare mezz'ora.
E' ora di stendere la pasta; tiratela su un piano infarinato con il mattarello o con la macchina della pasta e quando è ben tirata fate la forma di pasta che avete scelto di cucinare.

Impasti base: Pasta Frolla salata


Ingredienti:
300 g di farina 00
120 g di burro freddo a fiocchetti
2 tuorli
mezzo cucchiaino di sale

Preparazione:
In una ciotola setacciare la farina ed il sale e incorporarvi il burro a fiocchetti pizzicandolo e lavorando la farina con le dita fino ad ottenere un composto granuloso.
Disporre la farina a fontana e versare al centro i tuorli d’ uovo sbattuti.
Impastare molto velocemente, fino ad ottenere una pasta ben amalgamata ed omogenea.
Se l’impasto dovesse essere duro, aggiungere un paio di cucchiai di acqua molto fredda.
Fare una palla, avvolgere la frolla nella pellicola trasparente e riporla in frigorifero, coperta, per almeno 30 minuti. Stendete l'impasto sottile e usatelo per la vostra ricetta preferita. Questa quantità di impasto cuoce in forno senza composto a 150° per 10 minuti e poi con il vostro ripieno di nuovo in forno per altri 15 minuti.

Una torta salata ma non troppo: Crostatine salate alle patate dolci, toma di capra, porri e marmellata di arance amare Fiordifrutta Rigoni d'Asiago




Con questa ricetta partecipo al secondo contest RdA per i food blogger: “Una torta salata, ma non troppo” di Rigoni d'Asiago !!!
Questa stupenda marmellata di arance amare ha un gusto semplice e deciso; sulla punta della lingua rimane il pizzichio dell'amaro e l'acre dell'agrume e le scorzette sono belle da vedere e piacevoli da gustare.
Ho scelto questo gusto perchè l'arancia è uno dei miei frutti preferiti e perchè è molto versatile da abbinare, specialmente ai formaggi stagionati e dal gusto forte, che io adoro.
Ho acquistato la toma di capra da Borgiattino a Torino in Via Cernaia, negozio che consiglio vivamente agli appassionati di formaggi! 
Ecco come ho fatto.

Ingredienti per la pasta brisè per 3-4 crostatine:
150 gr di farina
75 gr di burro
una presa di sale
un uovo sbattuto da spennellare sulla crostatina

Ingredienti per il ripieno delle crostatine:
toma di capra
uno spicchio di scalogno
1 porro
una patata dolce
olio
sale
pepe

Preparazione della pasta brisè:
In una boule capiente o su una spianatoia raccogliete la farina con un pizzico di sale e fate una fontana. Aggiungete il burro a pezzetti e lavorate con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sbriciolato.
Unite 2 o 3 cucchiai di acqua fredda e amalgamate il composto lavorandolo rapidamente rendendolo compatto e omogeneo.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigo per 30 minuti circa.
Tiratela fuori e stendetela con il mattarello dello spessore che desiderate e tagliatela della misura che vi serve per creare la crostatina.
Mettete la carta da forno nella teglia e modellatevi la pasta al suo interno. Tagliate anche delle striscette con la rotella per il top della crostatina.

Preparazione per il ripieno:
Tagliate lo scalogno e mettetelo in una padella con un cucchiaio d'olio facendolo dorare. Tagliate il porro e unitelo allo scalogno facendolo ammorbidire e salate. Nel frattempo pelate la patata e fatela bollire in acqua salata per una decina di minuti. La patata dolce o patata americana è molto più dura di quella tradizionale quindi necessita di qualche minuto in più di cottura.
Quando è morbida tagliate la patata a fette e mettetela sul fondo della crostatina, precedentemente bucherellato con la forchetta, lo strato di porri e scalogno, le fette di toma e infine la marmellata. Chiudete con le strisce, spennellate con l'uovo sbattutto e infornate a 180° per 30 minuti circa.
Sfornate e fate raffreddare se non volete bruciarvi la lingua come ho fatto io!!!

Abbinate il piatto ad un bel bicchiere di Grignolino D'Asti  o Dolcetto d'Alba che si sposano bene con il formaggio di capra oppure, per andare incontro al sapore dell'arancia, potete optare per uno Chardonnay dell'Alto Adige.



domenica 5 febbraio 2012

Premio Liebster Blog

Cari Foodblogger, ieri mia cugina Sam mi ha regalato questo premio e io sono felice di regalarlo a mia volta a cinque blogger che hanno meno di 200 Google followers e che secondo me hanno dei blog belli e molto curati che tra l'altro potete trovare già nella lista dei miei preferiti (anche se loro non lo sanno!).
Quindi quale buon motivo per dirgli che li seguo con piacere? ^___^



Fattoamanodasam perchè anche se non si può (non lo so) le rendo il premio!!
Brododicoccole  il blog pieno di simpatia, ricette e foto bellissime dell'amica Vale!!
lamponietulipani di Martina da Roma, blog scoperto poco fa curiosando nelle ricette partecipanti al contest di About Food
theobroma la mia prima Google Fan!
lagelidaanolina un blog con delle belle ricette e delle belle foto!!


Penne di Kamut al cavolo verza e fiori del cappero


Ingredienti
penne di Kamut
cavolo verza
cipolla
fiori del cappero
brodo vegetale
olio evo
sale

Procedimento
Tagliate a striscette il cavolo verza e la cipolla e passateli in padella con olio, sale e un po' di brodo vegetale finchè non diventano morbidi e quasi a cottura terminata unite i capperi. Scolate la pasta e unitela al cavolo verza. Saltate  aggiungendo un goccio d'olio a crudo ed è incredibilmente pronta!

sabato 4 febbraio 2012

Cibo e Baci - Per San Valentino tante coccole e un cucchiaio di buon comfort food per scaldare il cuore.... Vellutata di barbabietola e Stilton






Tanto pensare per questa ricetta.....e poi...
Sulla Cibagenda ho buttato giù la lista degli alimenti afrodisiaci, degli abbinamenti...ma poi, senza pensare, ho aperto il frigo e mentre gli occhi guardavano cosa c'era la mente era già altrove. 
Ed è nata questa ricetta, così come tante altre, nate per cena o per pranzo, da un guardare dentro il frigo e cinque secondi dopo già in viaggio con la testa.
Questa calda vellutata riscalda pancia, mente e cuore; il rosso della barbabietola parla d'amore e il formaggio sciolto dentro è avvolgente e pizzicante e fa venire voglia di mescolare e rimescolare con il cucchiaio per trovarci dentro anche solo un minuscolo pezzo di formaggio non ancora sciolto alla perfezione, tutto da conquistare e gnaaam!
Niente ristorante alla moda, niente tavola apparecchiata per questo San Valentino, solo divano, coperta, ciotola, cucchiaio alla mano e spalla contro spalla gustandosi la vellutata alla barbabietola e Stilton..

Ingredienti:
una barbabietola precotta
una patata
formaggio Stilton
un bicchiere di latte o panna
olio evo
sale

Procedimento:
Tagliate la barbabietola e passatela al passaverdura, intanto pelate la patata e fatela bollire in acqua salata.
Quando la patata è bella morbida scolate l'acqua tenendone un po' da parte e unite la patata, anche lei passata al passaverdura, alla barbabietola.
Mescolate con un cucchiaio di legno, aggiungete il sale e un goccio d'acqua di cottura delle patate e poi passate con il minipimer. 
Rimettete tutto nella casseruola e accendete il fuoco tenendolo basso.
Aggiungete il latte o la panna, il formaggio tagliato a pezzetti e mescolate bene. 
Salate, mettete un goccio d'olio e servite bella calda.
 Io, per simpatia, ho tagliato due fette di barbabietola e le ho trasformate in due cuoricini, uno per persona, mettendoli come decoro.

Con questa ricetta partecipo al contest Cibo & Baci ideato da About Food e Smartbox



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...